Social Shopping: anche provare i vestiti è diventato social

L’innovazione nello shopping non si ferma. Il social shopping è l’ultima innovazione presentata all’annuale National Retail Conference di New York nella sezione delle innovazioni per il punto vendita.

Quante volte non comprate un vestito perché avreste voluto l’opinione di qualcuno?  Non comprate niente senza l’opinione della vostra amica? le nuove tecnologie vi vengono in aiuto, è in arrivo un nuovo trend.

Il trend è stato già ribattezzato “social retailing” e riguarda il modo in cui le nuove tecnologie stanno modificando il modo di vendere e comprare. In particolare l’innovazione presentata riguarda dei camerini multimediali in cui il cliente può provare i vestiti e poi, ponendosi davanti ad un particolare specchio, può filmarsi e inviare il tutto a cellulari e smartphone di amici/parenti per chiedere opinioni sul capo. Oltretutto, può ricevere anche le risposte!

1

Un’indagine realizzata da Macy’s (famosa catena di grandi magazzini statunitense) ha rivelato (come se ce ne fosse bisogno…) che i clienti apprezzano poco l’attuale struttura delle “fitting room” (poco spaziose, con luci fastidiose e specchi che falsano l’immagine). Così il retailer americano ha avviato una profonda revisione di questa zona degli store, immediatamente seguito dai concorrenti più immediati (J.C. Penny e Barneys).

La cosa incredibile è come per anni si sia sottovalutato questo spazio fondamentale per le vendite. Basti pensare al fatto che è proprio nei camerini che nella stragrande maggioranza dei casi, matura la decisione d’acquisto. Se a questo aggiungiamo che sempre più spesso lo shopping è un momento “sociale” da fare con amici/amiche si capisce come mai c’è tanto stress su questo concetto.

Ovviamente ci sono un paio di riflessioni da fare su questa soluzione tecnologica.

Lo streaming video può essere inviato al pc o ai telefonini degli amici. Il che implica che il destinatario abbia tempo e voglia di guardarlo, esprimere un giudizio e rispondere. Se anche ciò avvenisse, quanto tempo può occorrere per ottenere il verdetto? Quanto tempo e quanta coda il retailer sarà disposto a sopportare? Siete mai stati da Zara o da H&M in un giorno di saldi?? Provate a immaginarvi cosa potrebbe accadere.

La soluzione potrebbe essere quella di realizzare più postazioni. Ovviamente questo comporta un problema di costi. Se già una singola postazione risulterebbe onerosa per un punto vendita, figuriamoci una molteplicità di “specchi” quanto possono costare. Certo le soluzioni in termini di visual merchandising potrebbero essere diverse (se ad esempio si utilizzassero questi strumenti anche come degli schermi multimediali quando non vengono utilizzati dai clienti).

Quindi? Quindi lo strumento me lo prefiguro utilizzabile soltanto in determinati contesti. Nel fashion di alta gamma e nel lusso ad esempio. Dove l’impatto economico potrebbe essere meno evidente e dove la “cerimonia di vendita” ha tempi molto più dilatati.

SMS Marketing: è ancora attuale?

Sono passati più di 20 anni dal primo SMS inviato della storia, ma gli Short Messages continuano a evolvere e a ritagliarsi un ruolo di primo piano nel mondo della comunicazione globale e le aziende sembrano preferire il canale SMS Marketing per coinvolgere i propri clienti.

strategie di marketing

Le aziende si stanno rendendo conto che le risorse investite nello sviluppo e manutenzione di app per mobile non restituiscono il ritorno sull’investimento previsto. Soprattutto se messe a confronto con l’invio SMS o MMS, mezzi grazie ai quali in molti casi è possibile raggiungere gli stessi obiettivi ma con costi inferiori, utilizzando inoltre canali che sono preferiti sia dai consumatori che dagli addetti ai lavori. Inoltre, secondo una recente ricerca di Millward Brown Digital, i consumatori a livello mondiale sono favorevoli a relazionarsi con le imprese tramite messaggistica mobile. Sono addirittura disponibili a fornire informazioni personali, inclusa la posizione GPS, per ottenere offerte rilevanti.

Quindi da una parte c’è il bisogno da parte delle aziende di tenere basso il costo acquisizione clienti e dall’altra parte c’è la volontà, da parte dei clienti stessi, di concedere informazioni di posizione e personali a patto di ricevere offerte vantaggiose.

In questo contesto, analizzate queste premesse, si inserisce la soluzione RobinGoods che permette ai negozianti di inviare offerte geolocalizzate gratuitamente e ai clienti di scegliere, in base a posizione e interessi, le migliori offerte in quel momento. L’incontro tra negoziante e cliente avviene poi sempre nel negozio e, dopo aver provato il prodotto, eventualmente la vendita si conclude nell’ottica di non alterare la parte migliore dello shopping reale.

EXPO FRIENDS, adesso sapete come trovarli!

expo friendsRobimGoods

Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza ha siglato un accordo con RobinGoods, l’applicazione che mette in comunicazione i passanti con i commercianti.

L’accordo prevede che tutti gli Expo Friends saranno visibili sull’applicazione di RobinGoods, in modo che tutti gli utilizzatori dell’app potranno trovare facilmente l’Expo Friends più vicino a loro.

Cosa sono gli Expo Friends?

Come spiegato in un precedente articolo, gli Expo Friends sono esercizi commerciali che offriranno un servizio di accoglienza per tutte le persone straniere e non intenzionate a visitare EXPO Milano.
Gli Expo Friends potranno fornire:

  • Disponibilità all’apertura nel periodo estivo
  • Aperture straordinarie in occasione di eventi nell’area coinvolta
  • Conoscenza, quanto meno di base, della lingua inglese
  • La messa a disposizione di materiali informativi e indicazioni su Expo Milano 2015 e Expo in Città
  • La conoscenza delle attrazioni turistico/culturali della città

Siete degli esercizi commerciali e volete aderire al servizio Expo Friends? Cliccate QUI per aderire.

Cosa è RobinGoods?

RobinGoods è un app che permette ad ogni esercizio commerciali di allargare virtualmente la propria vetrina in maniera gratuita. Tutto ciò è possibile tramite la loro applicazione. L’utente una volta aperta l’applicazione viene geo-locazzato e gli verranno mostrate tutte le offerte dei negozi intorno a lui e come raggiungerli, in modo da fare shopping in maniera intelligente: informati e risparmiando tempo

Perché la collaborazione tra Expo Friends e RobinGoods?

RobinGoods ti permette di conoscere qual è il negozio più vicino che vende il prodotto che cerchi al prezzo migliore, per ciò risulta facile per loro permettere ai propri utenti  di conoscere qual è l’Expo Friends più vicino che offre il servizio cercato. Inoltre, gli Expo Friends potranno sfruttare l’app RobinGoods per attirare i clienti anche con offerte esclusive.
Gli esercizi aderenti a Expo Friends sono identificati, all’interno dell’App RobinGoods, attraverso una foto del negozio o dell’insegna per rendere più semplice e riconoscibile le attività ai visitatori e i turisti. Nell’ app gli esercizi sono visualizzati in ordine di distanza e in base alle categorie settate dall’ app-user.

1 2

Divertitevi a trovare l’Expo Friends di Milano più vicini e a scovare le offerte nella città di Milano e Roma;
clicca QUI per scaricare l’app.